Crea sito

PSICOTERAPIA COGNITIVO COMPORTAMENTALE

 

La Psicoterapia Cognitivo Comportamentale è una psicoterapia sviluppata negli anni ’60 da A.T. Beck e oggi adottata nella pratica clinica da buona parte degli psicoterapeuti in Europa e nel mondo. È, infatti, la terapia che vanta la maggiore conferma scientifica nel panorama nazionale e internazionale. È una terapia finalizzata a modificare i pensieri e le credenze distorte, le emozioni disfunzionali e i comportamenti disadattivi, producendo la riduzione e l’eliminazione del sintomo e apportando miglioramenti duraturi nel tempo.

La Terapia Cognitivo Comportamentale è una terapia adatta al trattamento individuale, di coppia e di gruppo, e funziona a prescindere dal livello culturale, la condizione sociale e l’orientamento sessuale. È validata empiricamente sia con adulti che con bambini e adolescenti.

 

I 10 principi base della Terapia Cognitivo Comportamentale 

  1. Parte dai pensieri e i comportamenti attuali del paziente per poi risalire ai fattori scatenanti, che hanno portato all’insorgenza e al mantenimento del problema
  2. Richiede una solida alleanza terapeutica basata su empatia, cura, e competenza
  3. Enfatizza la collaborazione e la partecipazione attiva del paziente
  4. È focalizzata sul problema e si prefigge degli obiettivi insieme al paziente
  5. Si concentra inizialmente sul presente
  6. Insegna al paziente a essere il terapeuta di se stesso
  7. Mira ad essere limitata nel tempo – anche se non sempre questo è possibile
  8. È caratterizzata da sedute strutturate
  9. Insegna ai pazienti a identificare, valutare e rispondere ai loro pensieri e alle loro credenze disfunzionali
  10. Utilizza numerose tecniche per modificare il modo di pensare, l’umore e il comportamento.